10 Motivi per Comprare un PC Chromebook

Quando Google lanciò i Chromebook pochi avrebbero scommesso sul suo successo, visto che qualsiasi notebook Windows o MacBook era in grado di fare le stesse cose e disponevano di tutte le applicazioni tradizionali che un utente ci si aspetta da un notebook destinato al lavoro o allo studio. Ora invece i Chromebook si sono ritagliati una fetta importante di mercato perché di sono dimostrati sempre veloci, immuni ai problemi che affliggono Windows e macOS e, grazie alle novità introdotte negli ultimi anni, possono competere lato applicazioni con qualsiasi computer tradizionale.

In questa guida cercheremo di mostrarvi i motivi per cui vale la pena comprare un PC Chromebook al giorno d’oggi, così da risparmiare molti soldi sull’acquisto del nuovo portatile e ottenere una macchina sempre efficiance, sempre veloce e sempre connessa a Internet.

Perché comprare un Chromebook?
Chi si avvicina la prima volta ad un Chromebook può avere l’impressione di essere davanti ad un sistema davvero limitato: un computer che serve solo a navigare su internet, su cui non si possono installare i programmi tradizionali e che quasi non funziona se non è collegato a internet. La realtà invece è ben diversa e nei seguenti capitoli vi mostreremo perché il Chromebook è un grande affare e un computer perfetto per la maggior parte degli utenti, sia per uso casalingo che per uso professionale o aziendale.

Economico
Comprando un portatile Windows a meno di 500 Euro, a meno che non si tratti di una clamorosa offerta limitatissima, ci troveremo davanti ad un portatile scadente, lento e obsoleto. I Chromebook costano in media tra i 300 e i 500 Euro ed offrono il miglior rapporto qualità prezzo che si può trovare sul mercato oggi, visto che tutti girano veloci, aprono le app e le pagine web come nessun altro sistema operativo e si avviano in 2 secondi scarsi.

Se cerchiamo quindi un portatile economico ma potente, il Chromebook è praticamente una scelta obbligata se non vogliamo spendere 800€ o più per i PC di fascia alta o per un MacBook.

Velocità
Come facile intuire dal punto precedente nessun altro dispositivo offre tanta velocità ad un prezzo così basso. Chrome OS è un sistema operativo che non soffre della pesantezza di servizi o processi che girano sotto, essendo basato tutto sul motore di rendering di Google Chrome. Un Chromebook con processore quad-core e 4 GB di RAM gira con le stesse prestazioni di un notebook tradizionale con 8 GB di RAM e processore octa-core.

Il tempo di avvio è inferiore ai 5 secondi in ogni scenario: il Chromebook è quindi velocissimo, eseguendo tutte le operazioni per cui è progettato in modo rapido ed efficiente come farebbe un Macbook da 2000 Euro.

Semplicità ed efficienza
Per sua natura, il Chromebook si presta ad un’esperienza efficiente e semplice, alla portata di qualsiasi utente (indipendentemente dall’esperienza passata). Quando si lavora con un Chromebook, non ci sono distrazioni come in un PC normale e si può soltanto lavorare e navigare su internet. Il Chromebook non richiede configurazioni, non richiede manutenzione, non necessita di un intervento tecnico da un esperto ed è immune ai virus (anche se ogni pc che si connette a internet può essere preso di mira dagli hacker). Si lavora a schermo intero per la maggior parte del tempo e la curva di apprendimento è davvero minima (giusto il tempo di capire come connetterlo alla rete).

L’interfaccia del Chromebook è anche familiare per tutti, con un menu “simile a Start” per le applicazioni e le estensioni e i classici pulsanti per chiudere e minimizzare le finestre come fa Windows.

Affidabilità
Chrome OS è basato su Linux e gode di un livello impareggiabile di affidabilità. Come accennato, siccome non si possono installare i programmi tradizionali in formato EXE o MSI, il Chromebook non può essere preda di virus e malware. Ciò significa un risparmio di costi aggiuntivi per le imprese e minori perdite di tempo nel dover fronteggiare eventuali infezioni.

Possiamo lasciar usare il Chromebook anche ad utenti inesperti o principianti senza aver paura che possa prendere virus o possa distruggere il sistema.

Browser al centro del sistema
La principale preoccupazione della maggior parte degli utenti riguarda il non poter usare i programmi del PC. Per fortuna la maggior parte delle applicazioni moderne dispongono di una webapp, avviabile tramite browser web. Siccome poi Chrome è stato equipaggiato con applicazioni, addons ed estensioni, tutti i programmi di cui potrei aver bisogno sono lì, a portata di mano dentro al browser, funzionanti anche senza connessione internet, offline.

Su Chromebook possiamo quindi aprire qualsiasi documento, qualsiasi file multimediale e qualsiasi immagine senza problemi, basta installare solo l’app consigliata dal sistema o utilizzare una delle app Google integrate (e funzionanti anche offline).

Applicazioni ed estensioni
Chi pensa che il Chromebook non sia altro che un browser web “gigante” dovrebbe rivedere le sue idee. Basta guardare nello Store di Google Chrome per scoprire, oltre alle numerose estensioni, le applicazioni desktop di Chrome e le applicazioni che funzionano anche offline.

Tra le app ci sono le app Google Documenti per scrivere come in Word, Fogli di calcolo come Excel, editor di foto simili a Photoshop, Gmail, editor video, app per sentire musica, per vedere video e film e tanto altro.

Spazio Cloud integrato
Il Chromebook è molto veloce anche perché dotato di memoria interna di tipo flash (eMMC o SSD a seconda dei modelli), anche se questa scelta impone la presenza di una quantità di memoria risicata (spesso inferiore ai 128GB), anche per tenere i costi contenuti. I file però possono essere meglio salvati sullo spazio cloud offerto da Google Drive, che può essere aumentata con una delle offerte convenienti di Google One.

In Chrome i file salvati in Google Drive possono essere aperti anche offline senza internet, (limitatamente a quelli più usati); ovviamente poi si possono usare anche altri servizi di archiviazione cloud come Dropbox.

Integrazione con le app Android
Per aumentare sensibilmente le app che possiamo installare sui Chromebook è possibile installare anche le app Android ed anche molti giochi per smartphone e tablet, visto che il Google Play Store è integrato all’interno del sistema operativo e Chrome OS fa girare le app Android in maniera egregia, come se avessimo davanti un grande tablet. Con questa integrazione le app che possiamo installare sui Chromebook sono davvero tante e, in caso di necessità specifiche, basterà controllare nel Google Play Store per trovare l’app giusta per il nostro lavoro o per lo studio.

Comandi vocali e le trascrizioni con i servizi Google
Con Chromebook avremo accesso anche a tutte le tecnologie vocali disponibili con i servizi Google, da molti anni punto di riferimento per chi vuole usare la voce per lanciare le app e i comandi principali (con Assistente Google) o per trascrivere la voce in testo (tramite dettatura vocale). In entrambi i casi è sufficiente aprire il menu Impostazioni e portarci nelle sezioni Accessibilità e Ricerca e assistente per attivare i comandi vocali e la trascrizione vocale.

Aggiungere account per i figli
Tramite Google Family Link è possibile aggiungere gli account Google di nostri figli e ottenere subito un controllo parentale efficace, così che i minori possano utilizzare i Chromebook in tutta sicurezza (per esempio disattivando la modalità incognito su Chrome e avviando solo le app che decidiamo di attivare).

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>Google Chromebook Pixel Batteria del GP-S22-000000-0100
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>Google Chromebook Pixel Batteria del GP-S22-000000-0100
>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>Chrome Google 140814 001236 Adattatore del 15W/36W/60W

Questa voce è stata pubblicata in NEWS RECENTI. Contrassegna il permalink.