Come caricare cellulare

La prima cosa che devi sapere su come caricare il cellulare è che, purtroppo, dalle batterie dei smartphone non potrai mai aspettarti la stessa durata complessiva della batteria di un vecchio cellulare; uno storico Nokia 3310, ad esempio. In generale le moderne batterie degli smartphone hanno un ciclo di vita complessivo di 2 anni, 2 anni e mezzo al massimo. Il che comunque non sarebbe affatto male, considerato che i produttori di smartphone ci invogliano a cambiare il telefono ancora prima. Peccato però che questi 2 anni di vita vanno riducendosi, se vi è un utilizzo scorretto della batteria. Ed è proprio per questo motivo che è molto importante capire come caricare il cellulare correttamente.

Inoltre, per capire come caricare il cellulare, dovresti anche dimenticarti di tutte quelle linee guida che conoscevi prima dell’avvento degli smartphone, in quanto vi sono sostanziali differenze tra le batterie Nichel-Metallo Idruro (Ni-MH) dei cellulari di vecchia generazione e le attuali batterie agli ioni di litio (Li-ion). La prima differenza sostanziale riguarda l’effetto memoria. Mentre la batteria a Nichel-Metallo Idruro si ricordava la percentuale di ricarica, all’ultima ricarica effettuata, ciò non avviene con le moderne batteria agli ioni di litio (Li-ion). Non è quindi più necessario attendere che il cellulare sia completamente scarico, prima di ricaricarlo.

Anche se non soffre più dell’effetto memoria, è consigliabile effettuare comunque un primo ciclo di carica completa al primo utilizzo dello smartphone con batteria agli ioni di litio per ottenere il massimo della capacità della batteria. In seguito, al posto di numerosi cicli completi di ricarica, puoi optare per ricariche brevi e frequenti: non aspettare più che la batteria sia completamente scarica, prima di ricaricarla; anzi potresti rischiare di ridurne la sua durata.

Questa voce è stata pubblicata in Batterie/Alimentazione Suggerimenti. Contrassegna il permalink.