Ecco il telefonino più piccolo del mondo

Mentre il mercato degli smartphone sforna dispositivi sempre più grandi, un’azienda ha deciso di andare in controtendenza: si chiama Zanco, ed è punta a potare sugli scaffali quello che definisce il telefonino più piccolo del mondo.

La società ha lanciato una raccolta di fondi sulla piattaforma Kickstarter per produrre il “tiny t1”, un cellulare con funzioni di base e dimensioni mini. Il dispositivo è alto 4,67 centimetri e largo 2,1 cm, ha uno spessore 1,2 cm e un peso di appena 13 grammi. Nel suo corpicino trovano posto una tastiera numerica e uno schermo Oled da 0,49 pollici con risoluzione da 64×32 pixel, l’altoparlante, il microfono, l’alloggiamento per la scheda telefonica e la presa per ricaricarlo.

Il cellulare funziona sulle vecchie reti 2G. La batteria da 200 mAh consente un’autonomia di 3 giorni in standby e di 3 ore di conversazione. Riesce a tenere in memoria 300 numeri telefonici, 50 sms e la lista delle ultime 50 chiamate.

>>>>Siamo un Negozio Specializzato in Batterie e Adattatori per fare Acquisti Online

Pubblicato in NEWS RECENTI | Commenti disabilitati su Ecco il telefonino più piccolo del mondo

Zerophone, il telefono a 50 dollari

Gli smartphone sono sempre più sofisticati e utili nella vita quotidiana, ma sempre più costosi. Ma attualmente è in fase di sviluppo un telefono più semplice e decisamente più economico. Si chiama ZeroPhone, costerà intorno ai 50 dollari ed è realizzato secondo i principi dell’open source. Potrà essere riparato direttamente dall’utente perché i pezzi di ricambio saranno facilmente disponibili sul mercato.

Zerophone è un progetto presentato su Crowd Supply, la piattaforma che aiuta la raccolta fondi. “Lo ZeroPhone – spiega il suo ideatore – è user-friendly e avrà le funzioni tipiche di un telefono, ma fornirà anche funzionalità avanzate quando l’utente ne avrà bisogno”. E’ costruito intorno ad una scheda Raspberry Pi a cui si accompagnano un modulo WiFi e un microcontroller Arduino. Poco entusiasmante è lo schermo, un display Oled da 1,3 pollici con risoluzione di appena 128×64 pixel.

>>>>Siamo un Negozio Specializzato in Batterie e Adattatori per fare Acquisti Online

Pubblicato in NEWS RECENTI | Commenti disabilitati su Zerophone, il telefono a 50 dollari

Blackberry, il Key 2 si fa economico

All’Ifa di Berlino BlackBerry va incontro alle esigenze degli utenti che apprezzano la tastiera fisica ma non vogliono spendere oltre 600 euro per il top di gamma. Il marchio canadese, preso in licenza da Tcl, svela il Key 2 LE, una versione economica del Key 2 arrivato sugli scaffali nelle scorse settimane.

La tastiera, peculiarità di BlackBerry, è presente anche sul nuovo smartphone, ma non ha il gesture touch che equipaggia il fratello maggiore. Il corpo in alluminio lascia il posto a una scocca in policarbonato, il processore Snapdragon 660 è sostituito dal 636, la Ram è da 4 invece che da 6 GB.

Un po’ più piccola anche la batteria, da 3.000 invece che 3.500 mAh, che dovrebbe comunque garantire una giornata di autonomia. Il sistema Quick Charge di Qualcomm ricarica il 50% in 36 minuti. Il comparto fotografico vede la presenza di una doppia fotocamera posteriore da 13MP + 5MP (il Key 2 ha due sensori da 12MP), cui si aggiunge una fotocamera frontale da 8MP.

>>>>Batteria Per Cellulari BlackBerry

Pubblicato in NEWS RECENTI | Commenti disabilitati su Blackberry, il Key 2 si fa economico

Apple Watch 4, nuove foto ufficiali: confermato display più grande

Il prossimo 12 settembre 2018 Apple presenterà la Serie 4 dei suoi smartwatch. Tra le maggiori novità troviamo uno schermo più grande e cassa più sottile
1 Settembre 2018 – Continuano a rincorrersi i rumors sull’Apple Watch 4. A meno di due settimane dal lancio ufficiale, dello smartwatch della mela morsicata si sa tutto o quasi: Merito anche delle ultime immagini, “trafugate” dalla cartella stampa ufficiale, che mostrano l’Apple Watch Serie 4 senza filtri.

In particolare, le ultime foto comparse in Rete mostrano come sarà il quadrante e lo schermo del prossimo orologio intelligente della casa di Cupertino, pronto per essere presentato il prossimo 12 settembre insieme all’iPhone XS e iPhone XS Plus. Apple Watch 4 avrà uno schermo molto grande, dalla forma quadrata e con i bordi laterali leggermente inclinati. Il device sarà leggermente più sottile rispetto ai precedenti modelli e il tasto fisico non sarà interamente colorato ma sarà contraddistinto da un anello di colore rosso. Il nuovo schermo più grande permetterà agli utenti di usare le varie applicazioni del wearable Apple in maniera più semplice e con meno tocchi sul display.

Apple Watch 4: disponibilità in Italia
Nonostante un design rinnovato e abbastanza rivoluzionario rispetto al passato, le prime misurazioni confermano che l’Apple Watch 4 sarà compatibile con i cinturini dell’Apple Watch3. Questo però non significa che Cupertino non presenterà dei nuovi cinturini, sia eleganti che sportivi, da abbinare al prossimo orologio intelligente. Per quanto riguarda le colorazioni disponibili per Apple Watch saranno diverse ma per il momento nelle foto ufficiali è apparsa solo la versione in Pink Gold. Il prezzo dovrebbe essere simile a quello previsto da Apple per il lancio della Serie 3 e quindi parliamo di una cifra vicina ai 400 euro per i modelli base.

>>>Microsoft Band 2 Smartwatch Batteria
>>>Huawei Watch 1ICP5/25/28 Batteria
>>>Moto 360 Smart Watch Batteria

Pubblicato in NEWS RECENTI | Commenti disabilitati su Apple Watch 4, nuove foto ufficiali: confermato display più grande

Miglior notebook Acer: guida all’acquisto

Acer Chromebook 11
Se hai bisogno di un computer estremamente compatto da usare per la navigazione Web, l’elaborazione dei testi e altre operazioni “leggere”, potresti prendere in considerazione l’acquisto di un Chromebook, e più precisamente dell’Acer Chromebook 11 (CB3-131) che monta un display LED da 11.6″ con risoluzione HD (1366 x 768 pixel), un processore Intel Celeron N2840 Dual-core da 2.2GHz, 4GB di RAM e una memoria interna da 32GB di tipo eMMC espandibile tramite microSD. Questo portatile dispone inoltre di una scheda grafica Intel HD Graphics, una porta USB 2.0, una porta USB 3.0 e un’uscita HDMI per il collegamento a schermi esterni. La batteria è da 3490 mAh con un’autonomia di circa 8 ore in uso medio. Misura 294 mm x 204 mm x 18,60 mm per 1,1 Kg di peso e ovviamente è animato dal sistema operativo ChromeOS. Da sottolineare anche la cura estetica del computer, che con la sua cover in alluminio restituisce una sensazione da computer di fascia superiore. È disponibile anche una variante del medesimo computer con display da 14″ e processore leggermente più potente.

Acer Switch One 10
Se non vuoi rinunciare alla comodità di utilizzo e alle applicazioni di Windows, puoi trovare in Acer Switch One 10 una soluzione entry-level quasi analoga al Chromebook ma con Windows 10 come sistema operativo. Questo piccolo 2-in-1 (con base con tastiera rimovibile) è infatti equipaggiato con un display touch da 10.1″ avente 1280 x 800 pixel di risoluzione, una CPU Intel Atom x5-Z8350 da 1.44Ghz, una scheda grafica Intel HD Graphics, 2GB di RAM e 64GB di storage interno (eMMC) espandibile tramite microSD. Dispone di doppia webcam da 2MP, batteria a 2 celle da 7020 mAh che assicura una buona autonomia e un set di porte composto da 1 porta USB 2.0, 1 porta MicroUSB 2.0 e 1 porta MicroHDMI. Misura 26,2 x 17,3 x 2 cm per 1,3 kg di peso.

Acer Aspire ES1-732-C4D
Hai bisogno di un portatile da usare a mo’ di computer per guardare film, serie TV e navigare online avendo a disposizione uno schermo molto grande? Allora potresti prendere in considerazione l’Acer Aspire ES1-732-C4D che si colloca sempre nella fascia di mercato entry-level, non offre prestazioni particolarmente elevate ma ha dalla sua un display LED da ben 17.3″ con risoluzione HD (1600 x 900 pixel) e supporto alla tecnologia BluelightShield che riduce la luce blu di notte per non disturbare il sonno. La sua scheda tecnica prevede poi un processore Intel Celeron N3350 da 1.1GHz, 4GB di RAM, una scheda grafica Intel HD Graphics e un disco meccanico da 500GB a 5.400 rpm. Supporta le reti wireless AC, include un lettore di schede SD, un masterizzatore DVD, 1 porta HDMI, 2 porte USB 2.0 e 1 porta USB 3.0. Sistema operativo: Windows 10. Lo consiglio solo a chi ha bisogno di uno schermo molto grande e intende usare il computer principalmente per la fruizione di contenuti multimediali: senza queste due necessità, meglio orientarsi verso un computer con display di dimensioni più contenute (es. un 15″ o un 13″) in grado, allo stesso prezzo, di assicurare prestazioni migliori.

Acer Aspire E5-573G-5679
Acer Aspire E5-573G-5679 è il classico esempio di notebook economico che è in grado di adempiere a tutti i compiti più basilari dell’attività quotidiana (navigazione Web, fruizione di contenuti multimediali, elaborazione di testi e fogli di calcolo ecc.) e anche qualcosa in più grazie alla sua scheda grafica dedicata NVIDIA GeForce 920M con 2GB di memoria dedicata. Il display non è dei migliori, è un 15.6″ con risoluzione HD (1366 x 768 pixel), quindi non si può parlare di computer perfetto per i giochi o per l’editing video, ma le sue prestazioni in questi campi sono più che sufficienti. Sotto la scocca custodisce un processore Intel Core i5-4200U Dual-core da 1.6 GHz, 4GB di RAM (espandibili a 8GB) e un disco meccanico da 500GB a 5.400rpm. La sua dotazione di porte comprende una porta USB 2.0, due porte USB 3.0, uno slot per le SD e una porta HDMI. È compatibile con le reti wireless AC, con il Bluetooth e ha una batteria con una durata di circa 5 ore. Il sistema operativo che lo anima è Windows 10 Home.

Acer Aspire E 15 E5-575G-53NM
Come facilmente intuibile, Acer Aspire E 15 E5-575G-53NM è una versione potenziata e leggermente più costosa del modello di notebook Acer che abbiamo analizzato in precedenza. Presenta tutte le caratteristiche di Aspire E5-573G-5679 alle quali aggiunge un processore potenziato (Intel Core i5-7200U da 2.5GHz), 8GB di RAM e una scheda grafica NVidia GeForce 940MX con 2GB di memoria dedicata. Se vuoi restare sulla soglia dei 500 euro e vuoi prestazioni di livello leggermente superiore al modello di cui sopra, è quello che fa per te.

>>>>>>>Acquista online la batteria del portatile Acer

Pubblicato in Batterie/Alimentazione Suggerimenti | Commenti disabilitati su Miglior notebook Acer: guida all’acquisto

Come aumentare la durata della batteria di un notebook

Se la batteria del tuo computer portatile non dura più come una volta, sappi allora che non è necessario comprarne per forza una nuova. Infatti, grazie ad un particolare programma del tutto gratuito, potrai realmente aumentare la durata della batteria di un notebook in maniera semplice ed efficace.

Installazione ed Eventuale Configurazione del Programma
Per riuscire ad aumentare la durata della batteria del tuo notebook non devi fare altro che andare presso questo indirizzo e cliccare semplicemente sul pulsante BatteryCare Free Download. Una volta scaricato sul tuo PC questo programma, fai quindi doppio clic sul file chiamato SetupBatteryCare e attieniti alle seguenti istruzioni. Tieni comunque presente che il programma in questione è compatibile con i sistemi operativi Windows XP, Windows Vista, Windows 7, Windows 8.1 e Windows 10, ma se casomai dovessi ancora utilizzare Windows XP a questo punto potrebbe essere necessario installare anche l’ambiente Microsoft .NET Framework.

Come Aumentare la Durata Della Batteria di un Notebook?
Una volta raggiunti i 30 cicli di scarica, BatteryCare ti segnalerà automaticamente che dovrai procedere a fare una calibrazione della tua batteria.

In poche parole, facendo questa semplice operazione ogni 30 cicli di carica e scarica, potrai ottimizzare le prestazioni della batteria, e di conseguenza, potrai aumentare la durata della batteria del tuo computer portatile.

Arrivati dunque a questo punto dovresti aver finalmente capito come aumentare la durata della batteria di un notebook.

Pubblicato in Batterie/Alimentazione Suggerimenti | Commenti disabilitati su Come aumentare la durata della batteria di un notebook

La carica adatta per una batteria

Nonostante le batterie agli ioni di litio non siano soggette a usura materiale (e quindi non durano soltanto per un numero prestabilito di cicli di carica), sono purtroppo soggette a usura nel tempo. La durata media potrebbe aggirarsi intorno ai 2 anni, ma c’è qualcos’altro che porta alla diminuzione di questo ciclo di vita temporale: il caldo.

Ebbene sì, come noi esseri umani, anche le batterie soffrono il caldo dell’estate. Se però noi possiamo trovare un po’ di sollievo dall’afa di agosto vestendoti adeguatamente, altrettanto non si può dire per gli smartphone che non possono beneficiare di tali opzioni. Viene quindi consigliato di caricare il cellulare lontano da fonti di calore: gli smartphone funzionano al meglio se la batteria mantiene un livello di temperatura compreso tra i 16 e i 22° C.  Temperature molto elevate, come per esempio quelle superiori ai 35° C possono danneggiare irreparabilmente la batteria. Ti raccomando quindi di non dimenticare mai lo smartphone in auto, in piena estate. Stai anche attento alle cover di protezione che utilizzi per il tuo smartphone; potrebbero trattenere troppo il calore che produce naturalmente lo smartphone, durante il suo utilizzo.

Ovviamente però non bisogna esagerare, perché nemmeno il troppo freddo fa bene alla batteria al litio del nostro smartphone: con temperature troppo rigide, infatti, la batteria tende temporaneamente a scaricarsi più velocemente.

Pubblicato in Batterie/Alimentazione Suggerimenti | Commenti disabilitati su La carica adatta per una batteria

Come caricare cellulare

La prima cosa che devi sapere su come caricare il cellulare è che, purtroppo, dalle batterie dei smartphone non potrai mai aspettarti la stessa durata complessiva della batteria di un vecchio cellulare; uno storico Nokia 3310, ad esempio. In generale le moderne batterie degli smartphone hanno un ciclo di vita complessivo di 2 anni, 2 anni e mezzo al massimo. Il che comunque non sarebbe affatto male, considerato che i produttori di smartphone ci invogliano a cambiare il telefono ancora prima. Peccato però che questi 2 anni di vita vanno riducendosi, se vi è un utilizzo scorretto della batteria. Ed è proprio per questo motivo che è molto importante capire come caricare il cellulare correttamente.

Inoltre, per capire come caricare il cellulare, dovresti anche dimenticarti di tutte quelle linee guida che conoscevi prima dell’avvento degli smartphone, in quanto vi sono sostanziali differenze tra le batterie Nichel-Metallo Idruro (Ni-MH) dei cellulari di vecchia generazione e le attuali batterie agli ioni di litio (Li-ion). La prima differenza sostanziale riguarda l’effetto memoria. Mentre la batteria a Nichel-Metallo Idruro si ricordava la percentuale di ricarica, all’ultima ricarica effettuata, ciò non avviene con le moderne batteria agli ioni di litio (Li-ion). Non è quindi più necessario attendere che il cellulare sia completamente scarico, prima di ricaricarlo.

Anche se non soffre più dell’effetto memoria, è consigliabile effettuare comunque un primo ciclo di carica completa al primo utilizzo dello smartphone con batteria agli ioni di litio per ottenere il massimo della capacità della batteria. In seguito, al posto di numerosi cicli completi di ricarica, puoi optare per ricariche brevi e frequenti: non aspettare più che la batteria sia completamente scarica, prima di ricaricarla; anzi potresti rischiare di ridurne la sua durata.

Pubblicato in Batterie/Alimentazione Suggerimenti | Commenti disabilitati su Come caricare cellulare

Mantieni il tuo smartphone alimentato per un lungo periodo

Vediamo allora, anche col vostro supporto, di dare dei consigli per mantenere la batteria carica più a lungo possibile negli smartphone, in generale, e su iPhone e cellulari Android in particolare.

Molti di questi suggerimenti sono legati al buon senso, qualcun’altro invece riguarderà fattori più tecnici che potranno essere comunicati alle persone meno esperte che, sicuramente, non leggeranno mai un articolo di questo tipo.

1) Tenere l’Iphone o lo smartphone Android lontano dal sole o fonti di calore.
Buona regola per non rovinare il proprio cellulare touchscreen e di non dimenticarlo in macchina sotto al sole e di non lasciarlo sotto fonti di calore altrimenti la batteria si consumerà prima e si rovinerà velocemente.
Cercare quindi di conservare il dispositivo e la batteria in un luogo fresco.

2) Una cosa che ho visto fare a pochi possessori di un iPhone o di altri smartphone è ridurre la luminosità dello schermo.
Se si mantiene lo schermo alla massima luminosità tutto il tempo, si spreca un sacco di energia e la durata della batteria diminuisce drasticamente.
Gli schermi cosi belli, grandi e ad alta risoluzione, sono davvero molto luminosi e brillanti ma, a meno che non si vogliano sfogliare foto o guardare video, conviene tenere la luminosità al minimo o quasi.
Su iPhone, si può andare al menu Impostazioni che consiglio di tenere al 30%, sui cellulari Android invece si può installare un widget che consenta di modificare la luminosità, al volo, a seconda dell’uso in questi giorni sono così luminosi che comunque non si ha realmente bisogno, soprattutto di notte.
Sconsigliata è la regolazione di luminosità automatica dello schermo.

3) Abbassare il tempo di spegnimento dello schermo a 30 secondi o 1 minuto massimo.
Su iPhone si può impostare l’auto spegnimento dello schermo dal menu Generali -Autolock.
Su Android il menu Impostazioni Display permette di configurare il timeout dello schermo.
Fa una grande differenza se si mette in tasca il telefono dopo uno sguardo veloce e lo schermo si spegne in fretta.

4) Una cosa che non fa quasi nessuno è impostare la modalità Aereo la notte oppure quando non si vogliono ricevere telefonate o quando si gioca ad un videgioco senza voler essere disturbati.
Siccome per usare la sveglia di un iPhone o di uno Smartphone Android, non lo si deve spegnere, bisogna però fare in modo che esso consumi meno batteria possibile.
Con la modalità Aereo, di fatto, si spegne la ricezione del segnale e dei dati quindi il telefono rimane in standby consumando energia al minimo.
Naturalmente questo impedirà di ricevere telefonate e messaggi che, la notte, è buona cosa.
Anche quando si va al cinema oppure in posti dove il telefonino non prende, conviene impostare la modalità Aereo ed evitare che si sprechi energia alla continua ricerca di un segnale che non c’è.
Sull’iPhone La modalità Aereo è nelle impostazioni mentre su Android si può mettere un widget sul desktop.

5) Utilizzare il WiFi invece della connessione 3G, se possibile.
Secondo Apple, un iPad ha 10 ore di durata della batteria in condizioni di uso regolare con WiFi attivato, ma solo 9 ore se si utilizza la connessione 3G; in un iPhone la batteria dura solo 6 ore se connesso in 3G (leggi dal bloc Apple)
La connessione Wifi consuma meno batteria del 3G.

6) Disattivare sempre il Wifi se ci si trova in ambienti non coperti da segnale wireless, disattivare il Bluetooth ed il GPS se non servono.

7) Disattivare la connessione fissa al 3G ed avviarla manualmente quando necessario.
La connessione di rete ed il collegamento a internet succhia la batteria enormemente e, siccome quando si compra un iPhone o uno smartphone Android è impostata sempre la connessione automatica, suggerisco di disattivarla.

8) Se invece si preferisse lasciare sempre attiva la connessione, almeno, conviene ridurre o eliminare il controllo E-mail e la sincronizzazione del Calendario che consumano molta batteria.
Questo chiaramente dipende dall’uso che si fa ma, in generale, si può impostare la frequanza di controllo mettendo una volta ogni 6 o 12 ore.
Su iPhone si deve andare nel menu Impostazioni -> Mail, contatti, calendari -> Scarica nuovi dati.
Su Android bisogna configurare le impostazioni Account e Sincronizzazione.
Se non si usa ricevere Email dal cellulare, conviene disattivare il controllo automatico e farlo solo manualmente quando si vuole.

9) Ridurre o eliminare le notifiche Push
Le notifiche Push sono quelle che appaiono come fossero messaggi SMS, quando arriva una notifica Twitter o un messaggio da Facebook.
Su iPhone ci sono tantissime applicazioni pronte a inviare notifiche push e non va bene.
La notifica push è immediata, quindi il cellulare ha in esecuzione un servizio di ricezione sempre attivo.

Si può risparmiare batteria disattivando le notifiche push per più programmi possibile, tranne, ovviamente, quelli necessari.

 

10) Ridurre o eliminare suoni di sistema
Il più scontato dei consigli, inutile sentire il rumore della tastiera o i beep di qualche evento.
Disattivare anche le animazioni sullo schermo e gli screensaver animati sugli smartphone che hanno queta possibilità (Android 2.2).

11) Disabilitare servizi di localizzazione
Se non si ha realmente bisogno dei servizi di localizzazione automatica (e di sicuro nessuno ne ha bisogno), è possibile disattivarli per risparmiare la batteria.
Su iPhone si deve andare nel menu Impostazioni -> Generali.

12) Disattivare la vibrazione nei giochi, nelle applicazioni e nel normale uso del telefonino per risparmiare batteria.
Per ogni applicazione iPhone o Android e per i giochi c’è sempre l’opzione per disattivare la vibrazione.
Soprattutto per iPhone, se si gioca molto, come si potrà facilmente notare, la batteria viene consumata molto velocemente.

13) Disattivare Ping, completamente inutile, da Impostazioni > Generali > Restrizioni > Abilita Restrizioni > Ping > OFF.

14) Su iOS5 bisogna disattivare anche icloud Sync, la funzione che consente di tenere i file sincronizzati online: Impostazioni > Generali > icloud > Off.

15) Disabilitare i report diagnostici e d’uso da Impostazioni > Generali > Info > Utilizzo di diagnostica > “Non inviare”.

16) Ciclo di ricarica:
– Non far scaricare completamente la batteria tropo spesso e, soprattutto, mai lasciare il cellulare con la batteria completamente scarica per troppo tempo.
– Ricordare che ricaricare una batteria al Litio mezza carica non ha conseguenze negative; molto meglio ricaricarla spesso che lasciare troppo spesso che si scarichi completamente.
– Buona regola è scaricare e ricaricare completamente la batteria almeno una volta al mese.

Queste considerazioni valgono per iPhone, iPad, smarthpone Android, tutti i modelli di cellulari ed anche per i portatili.

>>>>>Batterie e Adattatori per fare Acquisti Online

Pubblicato in Batterie/Alimentazione Suggerimenti | Contrassegnato , | Commenti disabilitati su Mantieni il tuo smartphone alimentato per un lungo periodo

Ecco il Galaxy Note9, in Italia dal 24/8

Arriva il Galaxy Note9, l’ultimo nato in casa Samsung. Con una maggiore durata della batteria, una S-Pen migliorata e una fotocamera intelligente, il Note9 sarà disponibile in Italia dal 24 agosto in tre colori: Ocean Purple, Midnight Black e Lavender Purple. Il Galaxy Note9 è offerto in due versioni, quella da 128GB che costerà 1.029 euro e quella da 512GB a un costo di 1.279 euro.

Il Galaxy Note9 presenta una fotocamera decisamente migliorata e intelligente: è in grado di di identificare gli elementi di una foto, come lo scenario e il soggetto, e classificarli in una delle 20 categorie fissate e istantaneamente ottimizzarli sulla base delle stesse. Una notifica immediata è inviata se l’immagine è sfuocata, se il soggetto ha sbattuto le palpebre o se c’è una luce che rovina la qualita’ dell’immagine.

“Il Galaxy Note9 apre un mondo di possibilità, è un portale per l’intero ecosistema dei dispositivi e dei servizi Samsung”, afferma la società sud coreana.

———-Acquisto Samsung Galaxy Batteria

Pubblicato in NEWS RECENTI | Commenti disabilitati su Ecco il Galaxy Note9, in Italia dal 24/8